Arci Como/ Io positivo, penso


Se ognuno immaginasse di essere positivo sarebbe naturale avere attenzione per gli altri ed evitare comportamenti pericolosi. Positivo, penso: distanziamento fisico, vicinanza sociale, salute bene comune, civismo attivo. Voglia di pensare. "Positivo, penso" una campagna Arci Como.

L'Arci fin dall'inizio della pandemia ha affiancato al rigoroso rispetto delle norme, delle direttive e dei protocolli un'azione ulteriore, naturale per le organizzazioni di promozione sociale come la nostra, assicurando per quanto possibile, anche via web, che le occasioni culturali, di sviluppo della socialità e della cittadinanza attiva non cessassero, senza dimenticare il doveroso ringraziamento agli operatori/trici della sanità e a tutte e tutti coloro che sono costretti a correre rischi ulteriori per la collettività. Oggi, rispondendo all'appello della scienza che invita a operare tutti e ciascuno per fermare la pandemia e salvare quante più persone possibile, anima la campagna di azione individuale Io positivo, penso proponendo a ogni persona di pensarsi positiva per fare tutto ciò che è possibile, con razionalità e coscienza, per la salute di tutte e tutti. L'Arci, mentre denuncia errori e ritardi delle istituzioni e la mancanza di attenzione del governo al settore delle Aps, non rinuncia a animare anche il protagonismo individuale e collettivo più efficace e positivo di qualsiasi imposizione. Gianpaolo Rosso, presidente Arci Como

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square

2017 Arci Como, via A. Lissi 6, Como